lunedì 12 luglio 2010

RISTORANTI ROMANI / ZONA PINCIANO

L'Anatra Grassa

La cucina veneta di via Savoia finisce dritta nel top Puntarella
















Via Savoia 68. Tel. 06-8557736 . Chiusura: domenica

Il petto d’anatra con mele caramellate al Porto è stato una folgorazione. Poi abbiamo avuto l’ottima idea di provare anche il foie gras scaloppato e i bigoli agli asparagi. E di innaffiare il tutto con una straordinaria bottiglia di Gravello, blasonato ma anche un po’ misconosciuto rosso calabro di Librandi a base di uve Gaglioppo. Si chiama Anatra Grassa il nostro ristorante preferito del mese, nuovissima creatura di Micaela Zanda, Floriana Gini e dalla figlia Martina, che hanno affidato la conduzione della cucina allo chef e socio Giovanni Scomazzon. Origine veneta, che nei piatti si vede tutta e va a colmare una lacuna della ristorazione romana. L'Anatra Grassa in realtà esisteva già, ma si trovava a Capena. Poi la decisione meritoria di sbarcare in città.

AMBIENTE Una manciata di tavolini sul largo marciapiedi della tranquilla e blasonata via Savoia e una sala interna elegante ma non formale. L'Anatra Grassa non ha nulla della trattoria, ma riesce a mantenersi in quella fascia di ristoranti che per rapporto qualità-prezzo piacciono molto a noi puntarellici.

CUCINA Le ascendenze venete dello chef Scomazzon non sono evidenti solo nel cognome ma per fortuna anche nella cucina. Ed ecco spuntare come una benedizione i bigoli in salsa verde e il baccalà alla vicentina. Ma il nostro chef non deve avere simpatie padane, visto che la carta è un equilibrato melting pot di ricette provenienti da varie parti d’Italia: ci sono gli stringozzi umbri, la fregola sarda e la pugliesissima pepata di cozze. Per dolce, da provare un ottimo tiramisù soffiato.

DAL MENU' Carpaccio di spigola tiepido 14 euro, Graved lachs (ovvero salmone marinato) di limone 10, pepata di cozze 10, affumicato di pesce spada e tonno 14, panzanella di mare 14, panzanella di bufala 12, fichi e melone 10, carpaccio di manzo fagiolini croccante e parmigiano 14, fiori di zucca farciti con ricotta e pomodori secchi 12, gazpacho 12. Primi: risotto ai funghi porcini 14, maltagliati all’astice e asparagi 18, spaghetti alle vongole 14, fregola sarda ai frutti di mari 15, bigoli in salsa di sarde scalogno e basilico 13, stringozzi al pomodoro fresco ricotta e basilico 12. Secondi: entrecote di manzo alla piastra 17, filetto al pepe verde 18, petto d’anatra moulard con mele caramellate 16, giambonette di coniglio farcito alla cicoria16, ossobuco di vitella con mirepoix du verdure 15, baccalà alla vicentina 17, camalari fritti 17, tempura di mazzancolla 18, tiramisu fragole con gelato 7, mango frutta della passione e albicocca 8

BONUS Considerando l’ambiente, la cucina e i prezzi alti ma non altissimi, l’Anatra Grassa finisce dritta nella top 20 di Puntarella. Da notare anche il prezzo light del pranzo

MALUS Per ora è un po' vuoto e questo non è proprio il massimo per un ristorante, ma son tempi cupi per la ristorazione cittadina e confidiamo in un buon avvio

I VOTI
Cucina: 7,5
Ambiente: 7
Servizio: 6,5
Prezzi: 6,5

RSVP
Settembrini, Trattoria Monti

8 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione Mr Puntarella.
    Interessante "nuova" apertura in una città come Roma in cui le novità di qualità non sono così frequenti.
    A presto...

    RispondiElimina
  2. Ciao Puntarella,
    non riesco a postare commenti usando il mio gmail, alla fine di tutto, si apre una pagina di errore e mi tocca riscrivere tutto.

    RispondiElimina
  3. Puntarella, sono solo in parte d'accordo con la tua recensione. I punti positivi del ristorante sono certamente alcuni di quelli da te descritti, tra cui personalmente ho apprezzato la possibilità di poter mangiare fuori, un servizio attento ma non oppressivo e cibo di qualità.
    Ma per raggiungere i "tuoi" voti, dovrebbero:
    - aumentare un po' le porzioni soprattutto degli antipasti o abbassare un po' i prezzi;
    - proporre un menù più tipizzato, più specifico, mentre si ha l'impressione che si voglia un po accontentare tutti proponendo cose buone ma non particolarmente innovative;
    - a luglio il risotto ai funghi porcini mi pare un po' da turista;
    - l'acqua microfiltrata a 3€ é un furto;
    - a parità di apprezzamento ma a costo un po minore, per me sono vincenti, per citarne due: Enoteca Regionale e Osteria Pistoia.

    Mi scordavo: le fettine di anatra erano secche.

    RispondiElimina
  4. Un blog interessante:

    http://magnaroma.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Anatra Grassa una vera rivelazione!!!!.....la tranquilla via è un ottimo punto di ritrovo per le serate estive, il servizio attento e cordiale mette decisamente a proprio agio. la conduzione familiare è evidente , e a noi ci piace!!!
    Apprezzabile è lo "scherzo dello chef" che a quanto pare varia a seconda dei prodotti freschi a disposizione, un ottimo biglietto di benvenuto nell'attesa dell'ordinazione.
    La qualità dei cibi , i sapori la presentazione sono eccelsi, porzioni adeguate per tu target di cibo decisamente non da Hostaria Romana; anzi per i miei personalissimi gusti la porzione di linguine all'astice(ottime) sarebbe stata degna cena per un camionista affamato
    in conclusione Anatra Grassa promossa a pieni voti.
    Se si vuole consigliare un ristornante di cucina ricercata ma ambiente easy di sicuro a via Savoia si va a botta sicura!

    RispondiElimina
  6. Assai strano che un giudizio così ottimistico sia postato da un'omonima della padrona del ristorante: "nuovissima creatura di Micaela Zanda, Floriana Gini e dalla figlia Martina".

    Ripeto ma sono più conciso:

    Costa il 20% troppo rispetto a quello che offre.
    Non mi pare che l'Enoteca Regionale Palatium sia un'Hostaria Romana, o allora spiegatemi cosa è un'Hostaria Romana.

    In tema di Hostaria Romana, come dice Martina, consiglio Felice a Testaccio.

    Vogliamo parlare di una cosa facile facile:

    - l'acqua microfiltrata a 3€?

    RispondiElimina
  7. Dopo aver letto le recensioni siamo voluti andare a cena all'Anatra Grassa. Il locale,per altro al completo,l'abbiamo trovato assai accogliente e con un servizio si familiare,ma altrettanto competente. Ho trovato il battuto di spigola un piatto nuovo e gustosissimo, come le classiche linguine all'astice...ottime e abbondanti.Per dolce, anche se con la "pancia piena",devo dire che il tiramisu soffiato ci ha letteralmente stesi....
    Ed eccoci al conto che ad onor del vero abbiamo trovato assolutamente adeguato al cibo offertoci anche con l'acqua a €3

    RispondiElimina
  8. gran delusione ieri sera all'Anatra Grassa.
    Le fette di petto d’anatra con mele caramellate al Porto erano secche, come se fossero state preparate in anticipo e poi riscaldate e la salsa piuttosto piatta. Inoltre sono state presentate sommerse da un cumulo di insalata soncino da busta del supermercato, la stessa che guarniva anche il Gravlax. I tonnarelli cacio e pere erano buoni ma il resto del menu era piuttosto disarmonico, e il conto finale di 50€ a testa troppo caro in rapporto al piacere provato. Unico bonus la gentilezza del personale

    RispondiElimina