venerdì 4 giugno 2010

RISTORANTI ROMANI / CAMPO DE' FIORI

Osteria La Quercia


Una bellissima piazza e tavolini all'aperto per una cena non impegnativa
















Piazza della Quercia 23, tel 68300932 Sito Internet: http://www.laquerciaosteria.com/. 
Aperto tutti i giorni a pranzo e cena 

Mangiare all'aperto o mangiare bene? Amletismo ben noto ai romani, che si può anche arricchire di una terza variante: mangiare all'aperto bene pagando tanto. E così quando si trova un posto all'aperto dove non si becca la salmonellosi e la carta non va  in tilt, conviene segnalarlo, All’ombra della splendida quercia di piazza della Quercia, sorge da un annetto un bel ristorante all’aperto che si chiama, indovinate un po’, La Quercia. Trattoria tanto all’aperto che i tavolini hanno ormai invaso la piazza, allargandosi vicino alla chiesa (Santa Maria della Quercia dei macellai, che Papa Giulio II nel 1507 concesse ai viterbesi e Clemente VII affidò alla corporazione dei macellai). Tavoli e sedie circondano ormai militarmente l'imperturbabile quercia. Si sentiva il bisogno di un posto tranquillo, lontano dalla marmaglia birraiola di Campo de’ Fiori (ma in realtà a due passi), dove si respira un po’ di pace e tranquillità.
La Quercia ha aperto un anno fa sulle spoglie di un vecchio ristorante chiuso da tempo e fa spesso il tutto esaurito sfruttando i suoi due atout: i tavolini all’aperto e il cibo commestibile. Niente di speciale, per carità, se cercate una cena raffinata avete sbagliato indirizzo. Ma mangiare decentemente da queste parti non è facile, escludendo l’ottimo Roscioli, s’intende (e il nuovo Open Baladin, ma anche Grappolo d'Oro e Ditirambo). Certo, capita di trovarsi una carbonara che, sospetta un commensale, è stata fatta con il burro. Ma sembra un incidente di percorso, ché i fritti sono ottimi e gli altri piatti tutti sopra la sufficienza. E anche il conto è una piacevole sorpresa, per una serata non impegnativa e defatigante. 

DAL MENU'  Tempura vegetale (8 euro) Fiori di zucca 6 Filetti di baccalà 8 Bruschette al pomodoro 5 Prosciutto e bufala 9. Primi: pataccacce all’ortolana 8,  lasagna vegetale 8 Ravioli pomodoro 8 Carbonara cacio e pepe e matriciana 7 Fettuccine ai porcini 12 Paccheri al ragù bianco di chianina 10 Coniglio alla cacciatora 12 Entrocote 12 Filetto ai tre pepi 20 Cheateaubriand 36 Polpette vino bianco 10 Ossobuco con piselli 12  baccalà con verza 14 coda alla vaccinara 12 Cervelletti di abbacchio fritto 10. Dolci:  Panna cotta


BONUS La quercia, ovviamente, e la bellissima piazzetta

MALUS L'eccessivo affollamento che, talvolta, spezza la quiete

I VOTI
Cucina 6+
Ambiente: 7
Servizio: 6,5
Prezzi.: bassi

7 commenti:

  1. la carbonara con il burro?!?! pietà

    RispondiElimina
  2. io ho sentito il burro nella matriciana

    RispondiElimina
  3. cioè, la questione è semplice : se a roma un ristorante mette il burro o la panna nella carbonara quel ristorante deve chiudere e non è degno di nemmeno di essere recensito. haivoglia ad ambiente carino e bla bla bla

    RispondiElimina
  4. tortura e pene corporali non sono ancora previste per l'uso improprio di burro...(una forte penalità però quella ci sta tutta)

    RispondiElimina
  5. a quando burro, farina e panna nella pasta con le vongole? Dai Roma svegliati con gusto,

    RispondiElimina
  6. sono andata 2 volte in questo ristorante e devo dire che ho mangiato molto bene.L'amatriciana che è la mia pasta preferita, l'ho trovata buona, senza alcuna traccia di burro, panna e addensanti vari...preciso che anch'io bandirei dalla cucina questi alimenti a meno che non strettamente necessari e che mi accorgo subito se vengono usati impropriamente, ma qui niente...sarà...

    RispondiElimina
  7. L'ultima volta che ci sono andato ho preso la carbonara e non mi sembrava proprio che fosse fatta col burro stasera ci rivado e controllo :D

    RispondiElimina