mercoledì 22 luglio 2009

Pillole di ristoranti




Alcune segnalazioni volanti...

Baires imperiale: ristorante argentino di via Cavour 315 (06-69202164). La sala interna sembra un po' giapponese, sopraelevata com'è, con tanto di musichetta orientale. E invece è un ristorante argentino. Lo si capisce dalle carni, ottime. Assaggiate con piacere una parillada (grigliata di carne, 25 euro), bife de lomo (22) e bife ancho (20). Ottimo il Malbec Prodigo Riserva (7) (ma buono anche il malbec normale, 5 euro).

Osteria dell'ingegno: pranzo sempre piacevole nel ristorantino chic di piazza di Pietra (tel 06-6780662). Il posto è molto grazioso (brutta sta parola eh, l'ho messa apposta) e il servizio sorridente. I piatti etno-raffinati. Il prezzo decisamente eccessivo per un pranzo volante (grigliatina di verdure a 14.50). Ottime le ricottine tiepide iniziali, se le assaggiate con un bel prosecchino è la morte sua.

Bodum caffè Che dire, lo gestisce Maurizio, un amico nostro ed è un po' il luogo di meditazione di Puntarella Rossa. Che, come sapete, aborre le marchette: non ci facciamo pagare, purtroppo, paghiamo i conti e non facciamo favori di sguincio agli amici. Detto questo, Bodum è un posto molto carino: potete venire a prendervi un caffè, a passarci un po' di tempo con il pc sul tavolone comunitario (c'è il wifi) e a mangiarci a pranzo (io oggi mi sono scofanato un'insalata di riso, ma ci sono quattro o cinque piatti del giorno). Da segnalare le birre, ottime e originali. Come le sedie, coloratissime. Maurizio è daaroma: sappiatelo.

L'Acquolina Meriterebbe una recensione più dettagliata, che è uno dei ristoranti migliori di Roma (via Antonio Serra 60, Fleming, 063337192). Intanto ve lo segnalo così: è ottimo. Ha una bella veranda e si mangia molto bene, pagando però molto. E' il ristorante di Giulio Terrinoni (chef) e Angelo Troiani. Ottimo il crudo Acquolina (30 euro) e la piccola frittura (18 euro). Buoni, ma non eccezionali, i paccheri con lo scorfano (18 euro). Da paura il dolce Ciacco (misto di dolci, 16 euro) e le variazioni di cioccolato. Il tutto innaffiato da un Marisa Cuomo bianco (29 euro) e un Muffato Antinori (8).

Ai Bozzi A vederla da fuori non gli daresti un soldo. E' posta nel pieno del quartiere più turistico di Roma, Trastevere, nel pieno della parte più turistica di Trastevere, via della Lungaretta (piazza tavani arquati giuditta 107, tel 06-5816640) . Eppure, se superate le resistenze iniziali e la massa dei turisti, qualcosa di buono lo trovate. Per esempio un buon crudo di pesce (ottimi gli scampi). Meno buono il trancio di tonno, ma non si può avere tutto. Pessima la grappa. Prezzi più che accettabili.

5 commenti:

  1. Grazie delle segnalazioni, molto interessanti!
    Ma l'indirizzo del Bodum caffè ce l'hai?

    RispondiElimina
  2. grazie a te! certo che ce l'ho, dimenticavo di scriverlo, è via natale del grande, angolo via san francesco a ripa, trastevere.
    ciao!

    RispondiElimina
  3. Ma al Bodum posso andare anche se sono della Lazio?

    L'Acquolina rimane il mio ristorante preferito. Pensa che non amo i crudi e lì li ordine sempre.
    W Giulio

    RispondiElimina
  4. naturalmente sì, ma solo se fai il vago...

    RispondiElimina
  5. l'Acquolina. Boh, sarà che quando ci siamo andati c'era Minzolini, e l'istinto era quello di alzarsi e andarsene a mangiare da un'altra parte, esiste un limite, poi, anche per non mandare sprecato il parcheggio siamo rimasti. Sì tutto buono, ma con quello stile un po' piacione che a me fa girar le scatole: porzioni atomiste (nel senso delle dimensioni dell'atomo), piatti "decostruiti" esperienze sensoriali zen (nel senso che devi chiudere gli occhi e concentrarti per distinguere e godere dei sapori), prezzi ridicolmente alti. Non so, siamo troppo vecchi per apprezzare, ci è venuta una nostalgia del caro vecchio piatto becero di amatriciana.

    RispondiElimina